Lettera pastorale di Natale ai sacerdoti e ai fedeli della Chiesa Ortodossa Greco-Cattolica Ucraina

Natale del Signore, 2012

 

Cari sacerdoti e fedeli!

Durante le feste di Natale ricordiamo la venuta del nostro Salvatore e Signore Gesù Cristo in questo mondo come bambino indifeso. “Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perchè chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la vita eterna” (Gv 3, 16). Dio ci ha dato il tesoro più grande – suo Figlio unigenito. Lui è morto per noi ed è risorto come Figlio di Dio affinchè noi non moriamo, ma abbiamo la vita eterna. Qui c’è una condizione – la fede salvifica – soltanto chi crede in Lui e attraverso questa fede Lo accoglie, ha la vita eterna ed è figlio di Dio. “A quanti però l’hanno accolto, ha dato potere di diventare figli di Dio” (Gv. 1, 12).

Risposta al cosiddetto “Appello” del Sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina e della Conferenza episcopale dei latini dal 28 ottobre 2011

Leopoli (Ucraina), 2 novembre 2011

 

Eccellenze!

Vogliamo ricondurVi alla ragione in alcune Vostre posizioni riguardanti la Chiesa di Cristo ed espressioni nei confronti di noi – vescovi ortodossi della Chiesa Ortodossa Greco-Cattolica Ucraina.

In primo luogo vogliamo ricordarVi che la Chiesa Cattolica non è stata fondata da Voi nè da altre persone. L’ha fondata Dio-Uomo Gesù Cristo. Quindi, la Chiesa non è una istituzione politico-econimica a Vostro arricchimento, ma è il Corpo di Cristo. Perciò, l’appartenenza alla Chiesa – il Corpo di Cristo – non consiste in una appartenenza formale alla struttura esteriore della Vostra organizzazione apostatica, che Voi ingiustamente chiamate “Chiesa Cattolica”. Il cattolico è, ed appartiene alla Chiesa Cattolica – il Corpo Mistico di Cristo, colui che si distanzia dalle eresie che negano l’essenza della Chiesa Cattolica, comprese quelle di Husar.

Scegli la lingua

Ricerca nel sito

 

maggio: 2017
L M M G V S D
« apr    
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31  

Parola di Vita

“Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori.”

Ef 2, 8-9 (21/V/17 – 4/VI/2017)