Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). VI parte: Il Concilio Vaticano II e le eresie

La Quaresima 2017

L’introduzione

In quale tempo è iniziato il Concilio e che cosa si doveva risolvere? Attraverso l’influsso di teologia tedesca protestante si sono rinnovate eresie del modernismo le quali ha condannato ancora il santo papa Pio X (1907). Nel mondo si aumentava la propaganda di influenze decadenti che sono diventate massicce attraverso la diffusione della TV e in tal modo hanno iniziato a manipolare ogni famiglia. Loro hanno programmato le crisi nelle famiglie e così è avvenuta una valanga di divorzi. Attraverso la popolarizzazione di musica rock è avvenuta l’invasione del culto di violenza, immoralità e occultismo.

L’epoca esigeva di dare chiare, morali e dottrinali direttive contro le eresie del neomodernismo e della demoralizzazione. Invece del rinnovamento del cristianesimo è avvenuto il contrario. Con il programma di Giovanni XXIII, cosiddetto aggiornamento, è stato iniziato il processo di apertura al mondo. Suo culmine oggi è l’esortazione eretica Amoris Laetitia, la quale sta liquidando oggettive norme morali.

Com’è possibile che al Concilio Vaticano II è stata proclamata l’eresia del sincretismo con il paganesimo, ed anche l’eresia che nostro Dio è uguale al dio pagano di mezzaluna di Mecca?

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). V parte: L’eresia del sincretismo

La Quaresima 2017

Il Primo comandamento di Dio suona: “Io sono il Signore, tuo Dio che ti ho fatto uscire dalla terra d’Egitto, dalla condizione servile. Non avrai altri dèi di fronte a Me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di quanto è lassù nel cielo, nédi quanto è quaggiù sulla terra, né di quanto è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché Io, il Signore, tuo Dio…” (Deut. 5, 6-9).

Su questo fondamento si basanoaltri comandamenti del Decalogo e tutti comandamenti di Dio e tutta la Sacra Scrittura dell’Antico e del Nuovo Testamento. Quando gli israeliti, invece di venerare l’unico Dio – il Signore – hanno iniziato a venerare idoli pagani, venivano le guerre e altri castighi. Dietro la cosiddetta venerazione di idoli pagani, collegata con pratiche occulte, divinazione e magia, si è arrivati addirittura all’esilio babilonese. Il sincretismo con il paganesimo i profeti chiamavano l’adulterio spirituale ed appellavano al pentimento. Anche nel Nuovo Testamento l’Apostolo esprime questa verità: “Quale intesa fra Cristo Béliar, o quale collaborazione fra credente o non credente?” (2 Cor. 6, 15). Per i maghi e gli idolatri è riservato lo stagno ardente di fuoco (vedi Ap. 21, 8).

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). IV parte: La conversione – il rapporto personale con Gesù Cristo

La Quaresima 2017

Se ad una persona giovane avrebbero domandato: Vuoi essere felice?, lei avrebbe senza dubbio risposto: “Sì!”, e in segno di approvazione avrebbe alzato due mani.

Ma quanto vuoi essere felice? Un giorno, una settimana, un’anno, 10 anni, 30 anni, intera vita fino alla morte? Vuoi essere felice anche dopo la morte?

L’uomo nel profondo dell’anima arde la felicità, ma un autentica felicità, che nessuno gliela potrà togliere. Poiché già un solo pensiero che la felicità possa finire provoca la tristezza. L’uomo cerca la felicità nei rapporti umani, nei beni temporali, in quantità di soldi, in carriera, in gloria umana, nel successo, cerca la felicità nei piaceri, nell’alcol, nelle droghe… Ma in questo la felicità non la troverà. Arrivano le delusioni, il vuoto ancora più grande, la solitudine e il dolore nell’anima. Già sant’Agostino questa sete di felicità ha espresso con parole: “Ci hai creato per Sé, o Dio, e non è tranquillo il cuore dell’uomo, finché non riposi in Te”.

Gli ideologi di globalizzazione oggi eliminano perfino la semplice felicità umana, imponendo agli uomini e a popoli interi l’omosessualità perversa, schizofrenia dell’ideologia di genere, collegata con il furto dei bambini la giustizia minorile e loro devastazione morale e psichica. Stanno legalizzando le droghe, impongono una cultura di morte (oggi perfino persone sane vengono uccise con aiuto di eutanasia), e tutto questo solo perché si sta preparando il cosiddetto paradiso per un miliardo d’oro.

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). III parte: Il peccato originale (in Adamo) e la liberazione (in Cristo)

La Quaresima 2017

Ogni uomo brama la perfetta felicità, ha sete di Dio, anche se non si rende conto di questo: “Ci hai creato per Sé, o Dio. E non è tranquillo il nostro cuore finché non troverà riposo in Te” (sant’Agostino). Ma nell’uomo c’è anche il peccato – la menzogna incarnata. Essa causa quello che l’uomo la realizzazione della felicità cerca là dove essa non si trova. Peccato in noi – è un autoinganno essenziale.

L’esempio di menzogna in noi: ad una ragazzina dodicenne dovevano imputare la gamba sopra la caviglia per salvare la sua vita. Ma il suo padre la prese dall’ospedale e la consegnò di curarla ad una “miracolosa” guaritrice. L’amico l’ha avvertiva, insisteva sul ritorno della bambina in ospedale affinché la guaritrice non provocasse la morte a sua figlia. Ma il padre si è offeso a suo amico ed è rimasto fermo nella sua posizione. Alcune settimane dopo la bambina è morta… Sono passati 20 anni, ma il padre non permette di dire niente contro questa ciarlatana e odia suo amico buono. È incomprensibile! È il frutto dell’accecamento dal peccato! Di simili esempi sono migliaia.

Semplicemente qui non agisce la ragione e la verità oggettiva! Il peccato originale – è distruzione ed autodistruzione programmata: morale e quella fisica, temporanea e quella eterna! Tuttavia, alcuni demagoghi e filosofi sostengono che il peccato non esiste!

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc.1,15). II parte: Le eresie del metodo storico-critico in teologia

La Quaresima 2017

Il metodo storico-critico in teologia (TSC) si appropria oggi del diritto esclusivo di interpretare la Sacra Scrittura e in tal modo anche intera dottrina cattolica. La teologia storico-critica non si è sottomessa né all’ispirazione di Dio, né alla tradizione della Chiesa nell’ambito dell’insegnamento di fede (i dogmi) e di morale. Questa teologia si basa su una filosofia atea che non accetta nessun miracolo, nega la risurrezione di Cristo, non accetta che Gesù Cristo è vero Dio e vero Uomo, unico Salvatore – come l’ha insegnato la Chiesa durante 2000 anni. La teologia storico-critica insegna una dottrina eretica, la quale divide Gesù Cristo: Cristo storico e Cristo di (falsa) fede, secondo la quale Cristo sarebbe stato immaginato dalla prima comunità dei credenti.

Nel tempo in cui la Chiesa si distruggeva all’interno dall’eresia di arianesimo, san Basilio Magno invoca: “… Tutta la intelligenza di coloro i quali sono istruiti nella parola è piena di menzogna di false e poco veritiere affermazioni, come l’occhio riempito dalla polvere”…“Tutti questi uomini sono inficcati dall’epidemia incurabile di un amore pazzesco della gloria, che ciacuno arde di essere più grande dall’altro. Tuttavia, allo stesso tempo la loro nave sta affondando in una profondità tremenda”…“Ogni segno indicativo (il dogma), che è stato messo dai Padri della Chiesa – è trasgredito, ogni fondamento, ogni fortezza di uno sguardo sano di fede autentica sono violati

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc.1,15). I parte: L’analisi dell’epoca

La Quaresima 2017

L’introduzione

L’anno 2017 è srorico perché quest’anno si compiono 100 anni dall’appello della Santa Madre di Dio a Fatima al pentimento (e 100 anni da revoluzione in Russia), ma anche si compiono 300 anni dalla fondazione di semisegreta organizzazione satanica. Il suo scopo è la distruzione di tutti valori morali e l’introduzione di satanizzazione globale dell’umanità – l’autogenocidio sulla terra e l’inferno dopo la morte. Oggi questa organizzazione ha l’unità anche con il Vaticano apostatico. Gesù disse della Chiesa in collegamento con il ministero di Pietro: “Le porte degli inferi non prevarranno contro di essa (la Chiesa)” (Mt.16,18). Non prevarranno la Chiesa, se la gerarchia ecclesiastica ed anche semplici fedeli non avranno fatto autentico pentimento, che tuttavia rimarrà come un piccolo gregge!

Proponiamo alcuni temi attuali che riguardano il rinnovamento della Chiesa in sette lezioni per il periodo della Quaresima dell’anno 2017:

  1. L’analisi dell’epoca.
  2. Le eresie del metodo storico-critico in teologia (il neomodernismo).
  3. Il peccato originale (in Adamo) e la liberazione (in Cristo).
  4. La conversione – il rapporto personale con Gesù.
  5. Le eresie del sincretismo.
  6. Il Concilio Vaticano II e le eresie.
  7. Attuale del papa e del papato.

Scegli la lingua

Ricerca nel sito

 

maggio: 2017
L M M G V S D
« apr    
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31  

Parola di Vita

“Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori.”

Ef 2, 8-9 (21/V/17 – 4/VI/2017)